L’adolescente

 Per parlare di adolescenza oggi va necessariamente tenuto conto che i ragazzi, con lo sviluppo di internet e dei social network, sono alle prese con moltissimi stimoli diversificati tra loro e che arrivano con una rapidità sempre maggiore. Questi stimoli influenzano i giovani nell’affrontare il compito più importante nel periodo adolescenziale: quello di costruire la propria identità. I ragazzi sono alle prese con la sperimentazione di ruoli e di esperienze per costruire ciò che sono e ciò che desidereranno essere.

Il compito più complesso dell’adulto che accompagna il ragazzo in questo processo di crescita personale sta nel poter essere un punto di riferimento, una guida e/o un modello; senza che questo significhi sostituirsi alle scelte dei ragazzi ed ostacolare il loro imparare ad ascoltare e conoscere se stessi.

I ragazzi non possono imparare a conoscere cosa desiderano se l’adulto sceglie per loro.

L’Adolescente, dal canto suo, ha diversi compiti da affrontare come ad esempio la costruzione di una propria autonomia, di un proprio ruolo sociale e di una nuova immagine di sé che tenga conto delle trasformazioni corporee che il ragazzo vive.

Lo psicologo può aiutare i ragazzi accompagnandoli durante il processo di crescita, sostenendo l’esplorazione di ciò che desiderano e l’esternazione dei propri timori e delle proprie sofferenze, rendendoli protagonisti delle proprie riflessioni e delle proprie scelte.

Per un approfondimento, è possibile leggere gli articoli: “Cyberbullismo: nuove frontiere del disagio in adolescenza” ;

Hikikomori: un’adolescenza tra autoreclusione e disadattamento .

Torna all’homepage